fisica

Gli studenti della classe 3E stanno realizzando dei lavori di gruppo per rendere il laboratorio di fisica della propria scuola “Aula APERTA”

Sono esattamente 18 gli studenti della classe del corso scienze applicate che stanno realizzando questi lavori di gruppo con lo scopo di riorganizzare il laboratorio dell’istituto Gandhi di Narni e di renderlo fruibile a tutti gli studenti.

A partire da novembre, i ragazzi si sono divisi in quattro gruppi e, aiutati dalle quattro professoresse responsabili Buzzi, De Matteis, Freda e Maccari, con la collaborazione dell’assistente tecnico Signor Pallotta si riuniscono nel laboratorio di fisica alla sesta ora, cioè dalle 12:55 alle 13:45, di ogni giovedì; il tutto va concluso entro il mese di maggio.

Gli obiettivi principali di questo lavoro sono quelli di realizzare una aula- laboratorio di fisica partendo dal materiale già presente in istituto, integrandolo opportunamente e realizzando documentazioni ed integrazioni tecnico-didattiche fruibili nelle modalità interattive.

Per poter attuare questi obiettivi, gli alunni devono controllare e catalogare, in un elenco, gli strumenti presenti in uno dei vari armadietti situati all’interno del laboratorio, per poi indicarne lo scopo e le possibilità di utilizzazione.

Infatti ogni gruppo è responsabile di uno degli armadietti, divisi in varie sezioni come, per esempio, cinematica, dinamica, ottica, ecc; inoltre attraverso l’utilizzo di internet hanno il compito di individuare i vari esperimenti e con quali strumenti si possono eseguire, e se necessario, “creare e costruire” nuove esperienze.

La procedura consiste nell’elaborare un elenco digitale con tutti gli esperimenti di laboratorio già disponibili e in più creare schede di laboratorio per l’utilizzo autonomo dell’aula al fine di approfondimenti personalizzati.

Tutto questo sarà poi utile a docenti e studenti per disporre di strumenti e tecnologie adatte per lo sviluppo di abilità formative ed operative indispensabili nella didattica della fisica e di altre discipline tecnico-scientifiche.


“Questo penso che sia un lavoro molto utile” afferma un alunno della classe, “oltre ad essere divertente, questo lavoro ci permette di esplorare e capire i vari strumenti di laboratorio, non vogliamo fermarci: abbiamo voglia di sapere e di progettare. Gli insegnanti ci hanno dato fiducia: vogliamo dimostrare di meritarla.”